Sviluppiamo idee creative insieme a brand che come noi guardano al futuro, in Italia e nel mondo. Crediamo nelle persone, prima che nella tecnologia, e nella comprensione del loro comportamento come primo passo per generare valore di business. Questo è quello che chiamiamo social thinking.
Abbiamo 10 uffici in 5 continenti e aiutiamo brand come come Sky, Campari, BMW, Pirelli, Lavazza, Nestlé, adidas e Coca Cola.
Se vuoi conoscerci meglio e scoprire come possiamo aiutare anche te, inviaci una e-mail o chiamaci al numero +39 02 8970 8500.

Thank God We Are Social #212

di Matteo Vassallo

Con questo tweet, il presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama, ha annunciato al mondo la decisione della Corte Suprema di rendere legale in tutti e 50 gli stati americani il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Una sentenza rivoluzionaria che, negli anni a venire, influenzerà le politiche di tutto il mondo in materia di diritti civili.

Se in queste ore aprite internet vi sembrerà di guardare a una puntata di “Vola Mio Mini Pony“. Tutto merito della bandiera arcobaleno, da sempre simbolo della comunità LGBTQ, in queste ore rivisitata e reinterpretata da tutte le piattaforme social e dai più grandi brand americani (e non solo).

11220884_10207099631308612_1993706445659220894_n

👬Facebook, Twitter, Google, YouTube, Apple 👭

Iniziamo con Facebook, che proprio ieri ha rilasciato  CelebratePride, un’applicazione che in pochi istanti permette di dare un tocco rainbow alla propria foto profilo. Che aspettate a personalizzare anche la vostra? Potete farlo cliccando qui. 😉

Twitter invece ha voluto creare due emoji personalizzate. Scrivete un tweet con gli hashtag #LoveWins o #Pride, come per magia appariranno un cuoricino o una bandiera – neanche a dirlo – arcobaleno.

Google ci aveva già sorpresi nel mese di giugno con un easter egg e con la toccante campagna dedicata al mondo transgender di Google My Business. La notizia di ieri però non poteva non essere – giustamente – celebrata con una creatività ad hoc. 🎉

Assicuratevi di avere un pacchetto di fazzoletti a portata di mano perché, con la campagna di YouTube #ProudToLove, siamo sicuri vi commuoverete. 😢

Dulcis in fundo, il tweet di gioia del CEO di Apple Tim Cook.

🌈 Matrimonio gay e brand 🌈

I brand che hanno accolto la notizia con gaio entusiasmo sono trilioni, qui sotto ne abbiamo raccolti solo alcuni:  

Coca – Cola ha scelto di tingere le proprie iconiche bottigliette.

 Un tributo ispirato al Gay Pride per Motorola.

  Praticamente una mini lezione di storia il minivideo di Ben & Jerry’s. 

Le patatine Doritos hanno assunto gusti improbabili.

Il colonnello Sanders di KFC ha deciso invece di dare un tocco fashion al suo look. 


Il profilo ufficiale della serie tv più amata di tutti i tempi, Game of Thrones, ha salutato la notizia con nientepopodimeno che Renly Baratheon (gli estimatori della serie capiranno il come mai di questa scelta 😀).

Se questi esempi esempi non fossero abbastanza, qui ne trovate tanti altri.

Il 26 giugno nel 2015 è una data che verrà scritta nei libri di scuola. Sperando che presto il vento del cambiamento soffi anche da queste parti vi auguriamo un felice – e  soprattutto orgoglioso – weekend!

Prima di lasciarvi una piccola chicca, qui sotto trovate il trailer di LoveDom, il documentario che la nostra collega Manuela Rossi sta realizzando su alcune coppie gay sposate all’estero che purtroppo non vedono i loro diritti riconosciuti in Italia. Enjoy! 

L’amore vince, anche sui social. 🌈 🌈 🌈

tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

We Are Social vince a Cannes

di Luca Orioli

cannes-lions

Anche quest’anno Cannes ha accolto noi e i nostri colleghi We Are Social arrivati da tutto il mondo per partecipare ai Cannes Lions. Non sono ovviamente mancati party e divertimento, ma soprattutto non potevamo perderci gli stimoli creativi e le eccellenze legati al nostro settore che ogni anno vengono messi in mostra a questo evento.

Noi di We Are Social abbiamo presentato diversi progetti e la prima buona notizia è arrivata martedì, quando abbiamo saputo che il nostro gruppo ha ottenuto quattro shortlist nelle categorie Cyber. Ma mercoledì sera abbiamo ricevuto una notizia che ci ha reso estremamente felici e orgogliosi del nostro team: la vittoria di due Leoni di Bronzo in Engagement Platform e Financial Services grazie al progetto Hello Play! per Hello Bank!, la banca online di BNP Paribas, presentato dal nostro ufficio di Parigi.

Il progetto si basa su un’idea semplice: permettere, grazie a Hello Bank!, di sostenere e condividere la propria passione per la musica, finanziando progetti musicali, aiutando così a sostenere il futuro della musica in ogni sua forma. Un esempio chiaro di come il marketing possa creare valore contemporaneamente per i brand e per le persone.

Siamo felici di vedere come l’approccio che chiamiamo “social thinking” non solo serva a generare un impatto positivo per le aziende e le persone che coinvolge, ma permetta di creare progetti che vengono riconosciuti sempre più spesso anche a livello creativo e speriamo che questa tendenza sia solo la base per altri grandi successi in futuro.

tags: ,

Il futuro creativo del contenuto social

di Stefano Maggi in News

instant-articles

Chi utilizza internet in Italia, trascorre in media sei ore ogni giorno su canali online: sono ampiamente il mezzo più utilizzato in assoluto, mentre alla TV tradizionale dedichiamo mediamente poco meno di tre ore. La maggior parte di questo tempo è speso in attività social, come social networking, blogging e micro blogging.

media-consumption

Il peso di questi canali è molto forte e in crescita costante in tutto il mondo. Non solo: l’esperienza mobile ha un impatto sempre più significativo nelle nostre vite. Un recente studio di SalesBrain commissionato da Facebook ha evidenziato come l’impatto emotivo della fruizione di video da mobile sia più forte rispetto alla fruzione televisiva tradizionale.

morin

L’evoluzione

Ogni singolo, minimo, cambiamento nell’esperienza proposta agli utenti ha un impatto sul modo in cui milioni e milioni di persone si informano, comunicano e vivono. Ecco perché social network come Facebook introducono cambiamenti e innovazioni con un approccio sperimentale e graduale: prima di estenderli a tutti, effettuano test solo su aree specifiche del proprio business e su gruppi contenuti di persone.

Da molti di questi “esperimenti” però, si può intravedere una strada che realisticamente questi canali stanno intraprendendo in modo più continuativo e strutturato.

I primi passi di Paper

Stanno emergendo nuove possibilità espressive, che consentono un impatto creativo ancora più ampio sui contenuti che i brand possono proporre alle persone. Prendiamo Facebook come esempio. Il social network ha introdotto, più di un anno e mezzo fa, Paper: un’applicazione che ha permesso di sperimentare un’esperienza del tutto nuova e più approfondita di fruizione dei post. Paper ha un focus su un utilizzo mobile, su un uso dell’intero schermo per visualizzare il contenuto, propone interazioni attivate da movimenti (come la possibilità di vedere immagini inclinando il device), e più spazio a contenuti video e a interazioni social.

paper

Questo esperimento ha aperto la strada a una serie di nuove possibilità creative legate a un maggiore approfondimento dei contenuti. È emerso un ruolo sempre più importante dei contenuti video: oggi le persone guardano – solo su Facebook – 4 miliardi di video ogni giorno. Chris Cox, Chief Product Officer di Facebook, ha anche dichiarato che l’ispirazione per il News Feed di Facebook deriva in parte dal “Daily Prophet”, il quotidiano animato di Harry Potter.

2-Photo

Gli instant articles

Il percorso verso contenuti social più creativi ha avuto un ulteriore evoluzione il mese scorso, quando Facebook ha presentato gli Instant Articles, una soluzione adottata in questa fase solo da alcuni publisher, che permette di approfondire un post in modi mai visti prima. Video, interazioni e conversazioni sono diventati parte di un’esperienza completamente nuova che nasce dal contenuto e si estende alla condivisione social. Il numero di Instant Articles che sarà possibile vedere nel feed è destinato a aumentare sensibilmente secondo i publisher coinvolti da questo formato.

Chris Cox, pochi giorni fa a Cannes, ha mostrato un utilizzo dei contenuti Facebook simile a quello di Instant Articles, ma applicato a un brand. L’esempio che ha portato va inteso come una simulazione, non un vero prodotto presentato da Facebook. Infatti, è da considerare più la modalità di fruizione che il contenuto mostrato.

krs

Uno sguardo al futuro

Il contenuto nell’esempio è poco più di un advertising standard a cui sono state aggiunte alcune interazioni. Il formato mostrato, però, lascia intuire future possibilità molto interessanti: la proposta di contenuti che le persone possono approfondire in modo verticale all’interno di Facebook attraverso esperienze che non sono più solamente testo, immagini o video, ma un insieme di tutto questo, integrato con interazioni e conversazione. Va evidenziato come questo tipo di contenuto privilegi la “non interruzione”: sono le persone che decidono – se interessate – di approfondire e visualizzare tutte le sfaccettature che l’esperienza mette a disposizione.

Per i brand la sfida sarà creare un contenuto che stimoli l’attenzione e porti all’approfondimento, amplificando ciò che già oggi avviene per tutti i contenuti che hanno un tempo di fruizione prestabilito, come i video.

Insomma, ci aspetta un futuro (prossimo) in cui i contenuti social evolveranno ancora in maniera sostanziale, lasciando spazio a forme espressive sempre più creative e basate sugli interessi delle persone.

tags: , , , , , , , ,

Mercoledì Social #272

di Manuela Rossi

Bentrovati con un nuovo Mercoledì Social! Anche oggi le notizie sono tante e succulente, per cui cominciamo la nostra carrellata senza alcun indugio!

🎁 Shopping su Twitter

Dopo aver lanciato il tasto Compra lo scorso autunno, Twitter continua a collaudare soluzioni di e-commerce: a partire dalle pagine dedicate a prodotti e brand dove gli utenti possono trovare, oltre ai tweet di altri utenti relativi a specifici oggetti o marchi, anche prezzi e pulsanti per l’acquisto diretto. Un’altra novità sono le “Collections”, vere e proprie vetrine che consentono a brand o utenti di condividere collezioni di prodotti. Per il lancio di questa nuova feature, Twitter ha reclutato una serie di celebrities e brand:

brand_list

Ecco due esempi di Collection, create dalla popstar Demi Lovato e da Nike:

Two_collection_screens

Il newsfeed di Facebook cambia ancora 😳

Una delle poche certezze nella vita è il costante aggiornamento dell’algoritmo di Facebook.  Questa volta il parametro che va ad aggiungersi a like e condivisioni di un post per farlo prevalere nel newsfeed di un utente, è il tempo. Più tempo ci si sofferma a leggere un post, più storie simili appariranno nel newsfeed. Da Menlo Park arrivano le parole di Adam Mosseri, Director of Product dell’azienda: “Talvolta le persone leggono informazioni importanti in un post ma non necessariamente le condividono o le commentano. Ecco perché abbiamo aggiunto un nuovo fattore: ossia il tempo dedicato a leggere una storia”.

📊 Facebook aggiorna Ads Manager & Power Editor

E Facebook ha annunciato qualche novità anche per quanto riguarda i tool Ads ManagerPower Editor. I cambiamenti mirano a  facilitare per gli inserzionisti il processo di advertising, ottimizzando e gestendo al meglio le campagne: ” Vogliamo che ogni advertiser tragga un valore inestimabile dalle campagne, e un modo per aiutarli è quello di offrire loro degli strumenti che ne rendano la creazione e la gestione più semplici. Da ora in poi, rilasceremo versioni sempre più aggiornate con layout più semplici e nuove feature, per permettere agli inserzionisti di trarre più valore da ogni campagna con meno sforzo.”

📱Snapchat lancia i geofilter sponsorizzati… con Mc Donalds 🍟

Avete presente i geofilter di Snapchat? Quelle iconcine che potete sovrapporre a foto e video con i simboli del luogo in cui vi trovate? Snapchat ha pensato bene di renderli una fonte di reddito, reclutando nientemeno che Mc Donald’s per il lancio di questa nuova feature. I primi geofilters sponsorizzati sono comparsi il 15 giugno nei ristoranti US del colosso del fast food:

snapchat-geofiltes-250x425

Pinterest aggiorna la ricerca e aggiunge gli utenti verificati 📌

Pinterest ha aggiornato la sua feature di ricerca,rendendo ancora più semplice l’individuazione di utenti e board: questi verranno ora mostrati separatamente dai topic, mentre la nuova feature “utenti verificati” aggiunge una spunta rossa accanto ai loro account:

pinterest-verified

 

Sean Parker lancia Brigade Beta, un nuovo social all’insegna della democrazia 🗽

“La democrazia non è stata ideata per un mondo di miliardi di persone, ma per 325.000 coloniali bianchi”. Queste le parole di Parker a Mashable a cui ha parlato di Brigade beta, la piattaforma soail per iOS e Android volta a mettere in evidenza particolari problematiche politiche e civiche. Al momento l’accesso alla app è solamente su invito, ma il piano è quello di farla diventare più mainstream. Il CEO Matt Mahan ha aggiunto: “La nostra mission è di ridare energia alla partecipazione civica in America attraverso la partecipazione diretta dei cittadini”

Brigade-2

📩 “Undo Send” diventa ufficialmente una feature di Gmail 

Dopo sei anni nel purgatorio beta, finalmente la feature di Gmail che permette di annullare l’invio di una mail entra nel roster delle impostazioni permanenti. Quando venne lanciata nel 2009, la funzione “Undo Send” permetteva di temporeggiare nell’invio di una missiva per 5 secondi, ma ora permetterà agli utenti di decidere se fermare l’invio fino a 30 secondi.

Instagram lancia Places Search

Anche Instagram si rifà il look – più o meno: con la nuova funzione Places Search gli utenti potranno scoprire cosa succede in tempo reale in tutte le parti del mondo. Ma non finisce qui. Instagram ha anche migliorato la funzione Explore, per includere trending tag e luoghi – anche se ora è attiva solo negli USA.

instagram-search

Per oggi è tutto, il Mercoledì Social torna puntualissimo la prossima settimana! Cheers!

Thank God We Are Social #211

di Michele Morici Google+

Nell’opera a fumetti Sandman, scritta da Neil Gaiman nel 1989, c’è un personaggio chiamato Destino che vaga sempre in compagnia di un grandissimo libro in cui vi sono scritti tutti i fatti del passato, presente e futuro.

Ecco, questo TGWAS di oggi è dedicato proprio a lui e a tutti gli avvenimenti che mixano il tempo, insomma quando il vintage torna di moda e diventa avanguardia. Così, per mettere un po’ sottosopra il libro di Destino.

🎥VINTAGE AL CINEMA🎥

Amo essere nato nel 1985 perché posso dire di essere cresciuto nel cuore degli anni ’80. L’unica fregatura? Non aver visto al cinema il primo Terminator. Uscito nelle sale nel 1984 è diventato un film di culto consacrando l’attore dal cognome improponibile Arnold Schwarzenegger.

Ora, dopo ben 31 anni, il mito ritorna o, per meglio dire, ritornano. Infatti il famoso robottone non è l’unico a tornare sul grande schermo: anche l’attore Schwarzenegger tornerà più pompato e gagliardo di sempre.

Un’occasione perfetta per festeggiare facendo morire di paura ignari ospiti del museo delle cere. Perché sarà pure l’ex governatore della California ma Schwarzenegger resta sempre un duro.

🎶VINTAGE IN MUSICA🎶

Nel tragitto verso l’ufficio ho sentito un signore agèe annunciare orgoglioso “La musica la mettiamo con il compact”. Stava parlando dei CD. Questo mi ha fatto riflettere su come la tecnologia in ambito musicale sia un enorme paradosso temporale.

Dischi in vinile, CD, Mp3 e streaming sono dei supporti per fruire la musica che convivono insieme nonostante siano invenzioni di anni differenti. L’evoluzione c’è stata ma la tradizione resta. Un capitolo intenso nel libro di Destino.

La Apple ha deciso di celebrare la musica e l’evoluzione della tecnologia che ci permette di portarla sempre con noi con un video che parte dal 1888 e finisce con una mela.

👾VINTAGE E VIDEOGAME👾

Questa settimana stavo rischiando di morire per colpa di una notizia. No, non hanno trovato un esemplare di unicorno in Scozia, meglio: la Square Enix ha annunciato il ritorno di Final Fantasy VII.

Finalmente le preghiere di milioni di fan di Squall, Tifa, Aeris e compagni bella si sono esaudite: all’E3 è stato presentato un primo video che ha letteralmente mandato in delirio la sala. Ovviamente, al momento, non ci sono altre informazioni e tutto è molto top secret… non ci resta che fare scorta di pozioni e materia e aspettare nuove indiscrezioni a riguardo.

👉VINTAGE IN ASCENSORE👈

Dicono i saggi: “La vita è fatta a scale: c’è chi scende e c’è chi sale”. Io rispondo sempre che preferisco prendere l’ascensore. Perché? L’ascensore è una metafora della vita che sale e scende, in un flusso costante e continuo. Inoltre è il luogo dove tutti si incrociano senza distinzioni o differenze; una limitata piazza sociale dove i rapporti restano sospesi tra il definito e l’indefinito, tra l’ora e il mai.

Ok, non ci crede nessuno: prendo l’ascensore perché non ho voglia di fare le scale. Ma tutte queste belle metafore le potete trovare nello spot di HSBC dove, con la romanticissima musica di Yann Tiersen, assistiamo alla nascita e crescita di un’azienda dal punto di vista di… un ascensore.

🚴VINTAGE SU STRADA🚴

Una delle mode tornate in auge grazie agli hipster è la bicicletta. Tutti i fan del velocipede a pedali nato in Francia nel 1860 e della catena di fast-food americana del 1937 avranno una cosa per cui gioire: McDonald’s lancia il McBike.

Come intuibile dal nome, è una sorta di McDrive ma per biciclette: scegli, ordini e ritiri il tuo menù in una vintagissima scatolina color azzurro-vintage-hipster. Il tutto senza mai scendere dalla bici. L’idea è stata testata a Copenaghen (ovvio!) e in Colombia per poi spostarsi in Giappone e Amsterdam.

🍪VINTAGE A COLAZIONE☕️

Ok, abbiamo scombussolato abbastanza il libro di Destino ma ho trovato questo video così deliziosamente divertente che non potevo farne a meno!

Di cosa parla? Semplice: di quant’è difficile fare colazione con una creatura estremamente vintage. Un Velociraptor.

tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,