Sviluppiamo idee creative insieme a brand che come noi guardano al futuro, in Italia e nel mondo. Crediamo nelle persone, prima che nella tecnologia, e nella comprensione del loro comportamento come primo passo per generare valore di business. Questo è quello che chiamiamo social thinking.
Abbiamo 10 uffici in 5 continenti e aiutiamo brand come come Sky, Campari, BMW, Pirelli, Lavazza, Nestlé, adidas e Coca Cola.
Se vuoi conoscerci meglio e scoprire come possiamo aiutare anche te, inviaci una e-mail o chiamaci al numero +39 02 8970 8500.

Mercoledì Social #275

di Alessia Milla

Buon mercoledì, un mercoledì spaziale ricco di notizie e curiosità.

Posso scattarti una foto?

Gorgeous Pluto! The dwarf planet has sent a love note back to Earth via our New Horizons spacecraft, which has traveled more than 9 years and 3+ billion miles. This is the last and most detailed image of Pluto sent to Earth before the moment of closest approach, which was at 7:49 a.m. EDT Tuesday – about 7,750 miles above the surface — roughly the same distance from New York to Mumbai, India – making it the first-ever space mission to explore a world so far from Earth. This stunning image of the dwarf planet was captured from New Horizons at about 4 p.m. EDT on July 13, about 16 hours before the moment of closest approach. The spacecraft was 476,000 miles (766,000 kilometers) from the surface. Images from closest approach are expected to be released on Wednesday, July 15. Image Credit: NASA #nasa #pluto #plutoflyby #newhorizons#solarsystem #nasabeyond #science

A photo posted by NASA (@nasa) on

Ebbene sì, New Horizon, la sonda NASA, ha finalmente immortalato Plutone dopo un viaggio di oltre 9 anni. La prima foto ravvicinata del pianeta è stata condivisa in anteprima dall’account @nasa su Instagram.

Le reazioni dei Brand non si sono fatte aspettare:

Google ha lanciato nell’orbita della rete un doodle dedicato:

Disney ha fatto zampettare per lo spazio il tenero e stellare Pluto:

Skype ha dato il benvenuto a Plutone con il suo profilo on line. 

 

Social World Map

Torniamo sulla terra e scopriamo un’innovativa cartina del mondo, in cui la grandezza di un paese è delineata dall’attività su internet delle persone di quello stato. Tra i numerosi dati, notiamo che l’Asia è il paese più connesso: qui vive il 46% degli utenti di internet, quasi lo stesso numero dell’insieme di persone connesse in Europa, America Latina, Medio Oriente e Nord Africa insieme.

OII-Internet_population_cartogram

 

Ma non dobbiamo dimenticare che, nonostante l’enorme impatto che Internet ha sulla vita di tutti i giorni per molti di noi, la maggior parte delle persone sul nostro pianeta rimangono del tutto scollegate: a oggi, solo poco più di un terzo dell’umanità ha accesso a Internet
Consapevoli di ciò, due colossi del web come Facebook e Google hanno all’attivo una molteplicità di progetti con cui stanno cercando di dare il loro contributo per estendere l’accesso a Internet a quante più persone possibile.

 

La diffusione di Facebook Messenger

Le app di instant messaging sono in continua crescita a livello di diffusione, e Facebook – con WhatsApp e Messenger – può contare su una base utenti davvero enorme.

GWI_FBM

Secondo uno studio di Global Web Index, il 30% degli adulti attivi online utilizza Facebook Messenger almeno una volta al mese, ma tra i teenager (16-24) questa cifra cresce a 4 persone su 10. Si tratta di numeri davvero impressionanti, superiori addirittura a quelli di WhatsApp in alcuni casi.

Schermata 2015-07-15 alle 15.12.37

 

Social Tennis

La discussione social è sempre più centrale nella fruizione degli eventi sportivi. Si è appena conclusa l’edizione 2015 di Wimbledon con le vittorie di Djokovic e Williams.

Mentre in campo si disputavano le partite, i fan hanno trovato su Twitter il loro campo di gioco vincente: i tweet legati al torneo hanno infatti generato in totale più di 8 miliardi di impression.

 

Twitter e le preview automatiche

Continuano i cambiamenti in casa Twitter: negli ultimi giorni la piattaforma di microblogging ha modificato il modo in cui vengono visualizzati i link sulle sue app iOS e Android.

giphy-3

Il nuovo formato rende lo scroll molto più agevole per gli utenti finali: l’URL di solito presente nel tweet sparisce, sostituito da una card con l’anteprima del link che permette di mostrare più informazioni sul contenuto.

 

Verso l’infinito e oltre!

Se non siete grandi atleti, preferite il divano alla palestra, ma vi piace l’idea di esplorare nuove mete e aprire la mente con nuovi scenari, con Google Maps potrete viaggiare virtualmente e sempre più lontano!

giphy-1

Google Street View non si ferma mai! Tra poco saremo in grado di farci una passeggiata virtuale anche nel deserto.

Come? Grazie alla collaborazione tra Google e il Northen Territory (NT) government australiano.

Google sta mappando e registrando paesaggi e posti mozzafiato come Uluru o l’affioramento roccioso del Kakadu National Park.

La Street View Trekker Camera con ben 15 lenti, viene equipaggiata ad uno zainetto permettendo ai rangers di registrare foto e video con una visione dello spazio a 360 gradi.

Uluru

gunlom

Nel 2016 potremo vedere pubblicate su Google Maps queste spettacolari immagini ed iniziare dalla nostra scrivania un viaggio senza precedenti.

Facebook e un NewsFeed sempre più personalizzato

Facebook ha introdotto una nuova funzionalità“See First” – che permette alle persone di avere ancora più controllo del proprio News Feed, scegliendo quali contenuti vedere per primi (o meglio, i contenuti di quali persone vedere per primi).

Updated Controls for News Feed from Facebook on Vimeo.

Questa novità riguarda anche i brand, le celebrità e le organizzazioni che hanno una presenza su Facebook, perché anche queste potranno essere selezionate per comparire in testa al News Feed: insomma, un appassionato di sport, ad esempio, potrà decidere di inserire tra i contenuti da vedere per primi tutti quelli provenienti da publisher di notizie sportive, delle squadre che vuole seguire o di atleti che gli interessano.

newsfeed_preferences_home

Per le marche sarà ancora più importante produrre contenuti capaci di rispondere agli interessi delle persone, fornendo loro un valore reale nel consumarli (dal supporto, all’intrattenimento): in questo modo continueranno a rimanere rilevanti, perché scelte dalle persone, o perché – come accaduto fino ad oggi – le persone stesse continueranno ad interagire con i loro contenuti.

tags: , , , , , , , , ,

Thank God We Are Social #214

di Andrea Fumagalli

Buon Sabato a tutti, rieccoci con il consueto appuntamento del TGWAS.

Oggi parleremo di baci, visto che si è da poco celebrato il World Kiss Day, la giornata mondiale del bacio. Il World Kiss Day, per chi non lo sapesse, nasce per ricordare il giorno in cui si è registrato in Inghilterra il primo record di bacio più lungo del mondo (31 ore e 30 minuti), il 6 luglio del 1990.

Un altro obiettivo di questa ricorrenza è ricordare l’importanza dei sentimenti attraverso il gesto che più di tutti li identifica, il bacio.

124324894-baecd07a-33bb-434c-877b-461f20bc965b

Vediamo nello specifico come i brand hanno sfruttato questo evento sui loro canali social.

11701178_10153177441468445_6759087768304238923_n
Disclosure: Vespa e FC Juventus sono clienti We Are Social

La storia del cinema è ricca di baci, ecco perché Cornetto, durante l’edizione passata del World Kiss Day, ha creato un’installazione in grado di trasformare un semplice bacio in un bacio cinematografico, veicolando il concetto “There’s nothing more romantic than a movie kiss.”

Vediamo ora l’operazione di PostNl, il servizio postale olandese che, in occasione di San Valentino, ha dato l’opportunità agli innamorati di firmare la propria lettera d’amore sostituendo il tradizionale francobollo con un semplice bacio.

L’Egitto è la nazione in cui ci si bacia di più e di seguito vediamo come un brand di crema da barba si prenda il merito di questo primato speciale:

L’Amore non ha Etichette e questa campagna di Ad Council, organizzazione non profit, lo ha dimostrato il giorno di San Valentino creando un evento a Santa Monica, che in pochi secondi ha fatto il giro del mondo!

Siamo arrivati alla fine, quindi, come direbbe Nicola Savino, BACI, BACI, BACI! 😘

tumblr_n5f9rh6W8n1t8iei4o1_500

tumblr_mioxgv41af1qa1ujlo1_500

anigif_enhanced-buzz-24761-1370282439-6

tumblr_m31wokTeDk1ropg69o1_500

Dany-Drogo-game-of-thrones-couples-31294131-500-281_zps91142068

tags: , , , , , , , , , , ,

Mercoledì Social #274

di Stefano Vogna

Che mercoledì sarebbe senza Mercoledì Social?

Iniziamo subito con una serie di scottanti (sopratutto per il clima ☀️ 🔥 ☀️) novità dal mondo di internet.

Arriva (anche in Italia) Apple Watch 

Non potevamo non iniziare da qui.

AP

Infatti come ormai molti di voi sapranno, è (finalmente) entrato in commercio l’Apple Watch. Ma quanti di voi sanno veramente come funziona e, sopratutto, a cosa serve?

Qui un breve video per introdurvi le funzionalità principali del nuovo device di casa Cupertino.

Allora? Cosa ne pensate?

Questo, invece, il parere più autorevole di Mashable.

Tinder e la sua nuova App (su Apple Watch)

Se non ne siete ancora convinti, guardate Tinder come ha deciso di entrare nel nuovo mondo dei wearable device, con questa applicazione in grado di capire dal battito cardiaco, se abbiamo trovato o meno la nostra anima gemella💘.

tinder(1)

Apple Music entra a gamba tesa nel mercato dello streaming musicale!

Dal primo di luglio è disponibile un altro nuovo prodotto Apple: è un servizio di music streaming apparentemente simile a Spotify, ma con qualche differenza significativa.

Spotify-Apple

In primis, è un’applicazione già installata e disponibile in tutti i dispositivi iOS esistenti📱. Non dev’essere, quindi, scaricata come Spotify. Pensate che gli utenti che Spotify è riuscito a prendere in due anni e mezzo sono circa 7 milioni in Italia, mentre gli user che in un solo giorno si sono trovai Apple Music nei loro telefoni sono già 6 milioni.

Poi, è gratis per 3 mesi al termine dei quali, se vi avrà convito, continuerete a pagare 9,99€/mese o non potrete più utilizzarlo. Infatti a differenza di Spotify, Apple non vuole utilizzare Apple Music come piattaforma di raccolta pubblicitaria. 

Infine, un’interessante novità per gli user, è la possibilità di selezionare e vedere i video ufficiali degli artisti. Questa è sicuramente una feature in più per i suoi utenti, ma forse anche un modo per portarli verso uno schermo più grande (…vedi Apple TV 📺 💻 ).

Qui un approfondimento completo sul nuovo scenario dello streaming musicale 🎶 🎼 🎧 .

Twitter introduce il bottone per gestire le campagne da Mobile

Che l’utente medio sia un grande fruitore del mobile si sapeva, ma che anche il community manger medio lo sia diventato ancora non era del tutto chiaro. Da qualche giorno infatti, ogni community manager che si rispetti e che abbia campagne pubblicitarie da gestire, potrà farlo direttamente dal proprio cellulare.

E’ infatti visibile e selezionabile il nuovo pulsante “Twitter Ads”.

Screen-Shot-2015-07-03-at-11.00.55-AM

PS: il bottone “Twitter Ads” è ancora in beta e non tutti riuscirete ancora a visualizzarlo 😉

Origami Robot

…e per continuare questo filone di innovazione, ecco a voi il primo Robot realizzato con la tecnica degli origami in grado di nuotare🏊 , arrampicarsi🌁, scavare👷 e trasportare il doppio del suo peso🚜.

Originale ed innovativo perché in grado di compiere tutto un ciclo di vita, dalla nascita, fino alla morte. Questo piccolo Origami Robot, infatti, è in grado di dissolversi totalmente e permanentemente nell’acetone, chiudendo il cerchio.

A tendere, applicando questa tecnica di manifattura andremo verso robot sempre più piccoli, in grado di automatizzare operazioni all’interno di micro spazi. Interessante. non trovate?

E per concludere, una novità dal futuro 🚀

Mark Zuckerberg, che non credo abbia bisogno di presentazioni, ha recentemente affermato in un’intervista di aver iniziato a lavorare ad un software in grado di tramutare i pensieri in parole

8899b67974a4371099104d95dcf470e9

Ebbene si, Facebook sarà in grado di leggere i vostri pensieri, e scriverne un post. Leggete qui. Sarà vero?

Continuate a seguirci e lo scoprirete.

 

Thank God We Are Social #213

di Silvia Daniele

Il 30 giugno appena trascorso, l’orologio è passato dalle 23.59.59 secondi alle 23:59:60, allungando così di un secondo il nostro 2015

Bug tecnologico? Complotto internazionale? Alieni? No, tranquilli, si tratta solo del secondo intercalare.

Nel TGWAS di oggi parliamo di quello che si può fare con un secondo in più.

⏰ Cos’è il leap second? ⏰ 

Il secondo intercalare, o leap second, è un aggiustamento – definito dallInternational Earth Rotation and Reference System (IERS) – usato per uniformare i nostri sistemi di misurazione del tempo con la velocità effettiva della rotazione terrestre. Quello del 30 giugno 2015 non è stato il primo (vengono aggiunti secondi dal 1975) e non sarà l’ultimo.

Se volete saperne di più dal punto di vista scientifico, date un occhio a questo:

⏳Cose da fare con un secondo in più ⌛️

Le testate online si sono sbizzarrite nei giorni precedenti il 30, per dare suggerimenti su come trascorrere questo “extra second” di vita.

Tutti ottimi consigli… Da quello di mandare un SMS alla mamma – che a chiamarla in un secondo non si fa mica in tempo – a quello di far aggiungere il secondo extra alle proprie ferie. Non ultimo, quello di passarlo guardando video, della durata di un secondo appunto, selezionati randomicamente sullo spettacolare sito di John Oliver (dove forse finirete per trascorrere ben più di secondo). 

Brand e leap second ⌚⌚⌚

Ma se ormai di suggerimenti su come passare questo secondo extra non ne volete più – ché tanto è già passato e nemmeno ve ne siete accorti – allora tanto vale scoprire come è stato celebrato dai brand il #LeapSecond.

In Italia 🇮🇹 

Gioca come sempre sul prodotto Barilla, che con un allettante piatto di pasta, reclama con ironia più primi, anziché più “secondi”. 🍝

Punta sull’educational e sul sociale, invece, il messaggio di Ford Italia che pone l’accento sul valore della vita e sulla sicurezza alla guida.

E non solo in Italia… 🌍

Ha giocato su aspetti più “emotional” Google Android, che si è fatta aiutare da uno che il valore di un secondo, nella vita, lo conosce bene. Lui è un regista, Cesar Kuriyama, protagonista nel 2012 dei Ted Talks con il progetto “One second every day”, un film della sua vita costruito attraverso un singolo secondo di ogni sua giornata. Cesar è anche l’ideatore dell’app Android “1 Second EveryDay”, che permette agli utenti di tenere un diario fatto di secondi, registrandone appunto uno al giorno. Per l’occasione hanno creato Leap Second 2015, una gallery che mostra come la gente (con Android 😊) nel mondo ha passato questo secondo extra della propria vita.

Ecco il video che raccoglie il “best of” dei #LeapSeconds.

Come passare il prossimo 👀 

Se avete rimpianti su come avete passato il vostro #LeapSecond, non vi preoccupate, ce ne saranno altri. E per non rischiare più di sprecarli, ecco un rapido test per aiutarvi a decidere come passare il prossimo.

Vi saluto con un gesto per il quale basta un secondo…😉

 Schermata 2015-07-03 alle 09.47.34

tags: , , , ,

Mercoledì Social #273

di Pierluca Lino in News

Anche questa settimana si rinnova l’appuntamento con le notizie dal mondo dei social network.

Instagram 7.0: Search (and Explore)

instagram-search

Instagram ha pubblicato l’aggiornamento alla versione 7.0, all’interno del quale le novità principali sono una nuova interfaccia per la ricerca e, al momento per i soli utenti negli Stati Uniti, una pagina “Explore” che mostra i tag e le località di tendenza.

instagram-explore

Secondo The Next Web Instagram sta ottimizzando la funzionalità di Explore prima di renderla disponibile negli altri mercati.

Le differenze in Facebook

image-6

Le differenze in Facebook sono importanti e valorizzate, questo sforzo è stato reso pubblico e valorizzato sin dallo scorso anno, con il progetto Facebook diversity, quest’anno è arrivato il primo report con anche dettagli sulle policy interne all’azienda per favorire la diversità che:

Diversity is central to Facebook’s mission of creating a more open and connected world: it’s good for our products and for our business. […] It’s vital for us to have a broad range of perspectives, including people of different genders, races, ages, sexual orientations, characteristics and points of view. Having a diverse workforce is not only the right thing to do – it’s the smart thing to do for our business.

Aggiornamento di Google Trends

realtimedata

Il tool che permette di analizzare le ricerche su Google ha ricevuto un aggiornamento, gli highlights sono la ricerca in tempo reale, la nuova homepage, la disponibilità di insiemi di dati curati: più in generale l’update va visto nell’ottica di dare un sempre maggiore supporto al racconto di storie basate sui dati

Facebook e le azioni sui video

Ricorderete come nel corso di giugno Twitter abbia introdotto l’autoplay per i video e le gif, Facebook ovviamente non sta a guardare, viene preso in considerazione anche il tempo speso sui contenuti, video inclusi e questa settimana ha annunciato che utilizzerà ulteriori metriche per i video migliorando la selezione degli elementi da presentare agli utenti: è intuitivo notare che portare a tutto schermo o attivare l’audio di un video dimostrano interesse nello stesso, anche se poi non si concretizza con un like o un commento.

Come lo show di FOX “Empire” ha sfruttato la conversazione su Twitter

Uno studio dello scorso anno di Twitter e FOX ha dimostrato come i tweet siano un ottimo veicolo per stimolare azioni sulla piattaforma e fuori da essa, il 90% degli utenti “earned” ha intrapreso azioni di ulteriore engagement verso gli show (guardandoli, cercando informazioni o condividendo contenuti).

GIF.Empire.TuneIn.FINAL

Quest’anno FOX e Twitter hanno rinnovato la loro partnership per capire come motivare ulteriormente gli utenti a partecipare attraverso il re-targeting con media a pagamento e messaggi di tune in.

Come i brand possono usare Periscope

Se siete assidui lettori del blog conoscete già Periscope, l’applicazione mobile per il live streaming.

Twitter questa settimana ha condiviso sei consigli per valorizzare al massimo questo canale: il primo è di scegliere i contenuti giusti per ottenere il massimo risultato, scoprite i dettagli e gli altri consigli leggendo il post sul blog di Twitter.

Facebook tra dieci anni

zuck

Ieri sera il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha tenuto una sessione di domande e risposte sulla sua pagina. Rispondendo a una domanda sull’evoluzione di Facebook tra 10 anni ha messo in evidenza:

  • gli sforzi che vengono fatti per la diffusione di internet (attraverso internet.org);
  • gli sforzi sull’intelligenza artificiale come mezzo per rendere più semplice la vita delle persone;
  • dopo i telefono cellulari, secondo lui, che la realtà virtuale sarà la nuova frontiera dell’innovazione,.
Aggiornamento per Gmail

CranberryTheme

Google ha annunciato ieri un update per il suo popolare servizio di email: sono infatti disponibili nuovi temi e (finalmente) vengono supportate in maniera nativa le emoji.

emoji

tags: , , , ,