Here are all of the posts tagged ‘I voted badge’.

Mercoledì social #30

di Stefano Voltan in News

Si apre il mese di novembre nel segno del mercoledì social. Nell’appuntamento di oggi toccheremo argomenti molto diversi tra loro: dal social commerce alle elezioni di mid-term negli USA, dalla protezione dei propri dati da Firesheep alle premiazioni dei Forrester Groundswell Awards.

Dall’e-commerce al social-commerce
Le possibilità offerte dai social network nel campo del business si stanno diversificando rapidamente, ma quali strategie seguire per entrare in contatto con il proprio target? Nel recente articolo The 5th C of community, Brian Solis definisce il processo di “commerce” come parte integrante delle dinamiche di community: essere parte del network permette di creare contenuti rilevanti per chi vi partecipa e quindi creare interesse verso la propria offerta.
Le modalità con cui si sviluppa questo rapporto sono diverse: mentre su facebook la marca può creare una piattaforma dedicata all’e-commerce stimolando le relazioni tra gli utenti, su twitter deve costruire una strategia che permetta di guadagnare influence rispetto al proprio target per elevare l’engagement nella conversazione.

Election day: anche la politica diventa social
Il valore della conversazione sulle piattaforme social nella condivisione di idee e opinioni politiche sta acquistando sempre più forza: la risposta ci arriva in presa diretta dai dati che è possibile trovare online riguardo le elezioni di mid-term in America. Un’analisi quantitativa pubblicata da Adam Ostrow su Mashable evidenzia come il volume di conversazione legato a questo appuntamento ha già superato quello delle elezioni presidenziali del 2008 e rappresenta il valore più elevato per un evento non sportivo. Acquista sempre più valore anche la dinamica di socializzazione basata sulla geolocalizzazione: durante l’election day più di 20000 utenti hanno guadagnato il “I voted” badge di Foursquare.
Una prima analisi delle conversazioni su twitter mette in evidenza come siano i temi di interesse sociale a registrare i volumi di traffico maggiori rispetto ai singoli esponenti politici. In questo contesto gli esponenti del “Tea Party” sono in proporzione molto più attivi di chi si identifica negli schieramenti tradizionali, anche se i giudizi appaiono in maggioranza poco costruttivi.
La prossima domanda è: come riusciranno gli elettori nei social network a modificare le decisioni politiche della propria classe dirigente?

Proteggere i dati personali dalla minaccia Firesheep
Molti si saranno spaventati nel sapere che una semplice estensione di Firefox, Firesheep, possa rubare i dati di accesso a molti siti e social network utilizzati all’interno di reti pubbliche.
Fortunatamente anche lo sviluppo di difese alle minacce digitali corre quasi di pari passo: ecco quindi una serie di consigli su come evitare che i vostri dati finiscano in mano ad estranei e malintenzionati.
Un primo metodo è quello di utilizzare un VPN che permetta di creare un tunnel privato attraverso la rete pubblica, e qui potete trovare informazioni utili a riguardo.
Una seconda soluzione è quella di aggiungere al vostro browser un’estensione che imponga al browser di utilizzare connessioni sicure (HTTPS) per scambiare dati con i server. Anche in questo caso potete trovare molte risorse in rete, la guida che trovate cliccando qui è sicuramente molto accurata.
Il consiglio migliore è comunque quello di privilegiare reti private e connessioni sicure.

Anche per questo Mercoledì social è tutto, iscrivetevi al nostro feed RSS per ricevere gli aggiornamenti di We Are Social!

tags: , , , , , , , , , , , ,